Le API anello di Congiunzione tra Business e Tecnologia?

Le API sono, ormai da qualche anno, il principale strumento di lavoro dei programmatori.

Ma cosa sono le API, e a cosa servono concretamente?

API è un acronimo e sta per Application Program Interface. Per chi mastica poco inglese, o poca informatica, cerchiamo di semplificare.
Sono pezzi di codice già scritti che gli sviluppatori possono integrare durante lo sviluppo di un’app.
Avete presente gli SMS preconfezionati che troviamo sui cellulari, buoni per tutte le occasioni?
Volendo semplificare, le API seguono la stessa linea di pensiero. Aiutare gli sviluppatori a velocizzare il loro lavoro con pezzi di codice “buoni per molte (non per tutte) occasioni”.

Sviluppare un software è un po’ come scrivere un libro, quindi ogni sviluppatore ha il suo stile di scrittura, i propri gusti estetici, eccetera. Ci sono però parti di codice che possono essere replicabili in diverse applicazioni, le API appunto, che vengono chiamate “routine” e che permettono allo sviluppatore di risparmiare del tempo non dovendo riscriverle ogni volta.

API, una nuova tecnologia che diventa business

Queste API, come è facile immaginare, sono diventate preziosissime nel lavoro di programmazione. Permettono infatti allo sviluppatore di risparmiare tempo prezioso, non dovendo sempre riscrivere lo stesso codice. Alcune API, poi, vengono utilizzate anche dalle aziende per diffondere i loro servizi. E’ il caso di Facebook: è ormai la norma potersi registrare ad un sito utilizzando l’account di Facebook. Questo perché il famoso social network ha reso disponibili alcune sue API agli sviluppatori, che possono poi inserirle in APPS o sui siti che creano per sviluppare altri servizi, come appunto la registrazione utilizzando i dati del proprio account Facebook. Altre aziende, come Google, che ha reso disponibili alcune API di Maps, permettendo quindi agli sviluppatori di creare mappe interattive e integrate dei propri servizi.

Dove posso trovare le API che mi servono? Nei Marketplace!

Internet è un posto fantastico! Perché permette alle belle idee di diffondersi in tutto il Globo, e perché no, anche di farne un business.
Qualcuno infatti si è accorto dell’enorme potenzialità di questi pacchetti preconfezionati di codice e ha pensato che fosse necessario un posto dove poterle trovare. E per questo sono nati dei Marketplace dedicati: dei veri e propri supermercati per sviluppatori dove poter trovare le API di cui si ha bisogno. Ce ne sono per tutti i gusti, e per ogni settore. Vale la pena citare Platfr.io, la prima piattaforma per servizi Open Banking in Italia, e tra le prime al Mondo lanciata dal Gruppo Banca Sella, che offre la possibilità di inserire nelle proprie APPS o siti servizi per i pagamenti e anche l’assistenza agli sviluppatori per la loro implementazione.
Il Marketplace come anello di congiunzione tra Business e tecnologia, verrebbe da dire.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *